Cloud Spanner: database relazionale senza compromessi

Scritto da -

Google Cloud Spanner review

Cari lettori, oggi vorrei accendere un po' i nostri riflettori sul servizio Google Cloud Spanner. Si tratta del primo database relazionale completamente gestito, in grado di offrire una forte consistenza e scalabilità orizzontale per applicazioni OLTP (Application Processing).

In effetti, Cloud Spanner garantisce tutti i vantaggi tradizionali di un database relazionale ma, a differenza di altri servizi analoghi, scala orizzontalmente su centinaia o addirittura migliaia di server, consentendo di gestire carichi di lavoro davvero enormi.

L'uso tipico di questo Servizio è quello del target industriale, dove l'impiego di Cloud Spanner risulta vincente su numerose criticità, tra le quali:

  • Potenziare il provisioning per imprese con sedi geograficamente differenziate;
  • Costruire Sistemi coerenti per le transazioni distribuite, come ad esempio nei servizi finanziari e nei settori retail;
  • In generale, supportare Sistemi ad alti volumi di richiesta, che necessitino allo stesso tempo di una bassa latenza e di un elevato throughput, come ad esempio nelle industrie di pubblicità e media.
Cloud Spanner compare
fig. 1 - Cloud Spanner, tabella comparativa
 

Altro rilievo interessante è che Cloud Spanner scala orizzontalmente all'interno delle "regioni" selezionate (ma è previsto che alla fine del 2017 sarà disponibile anche la replica tra regioni), ovvero le "aree geografiche" della GCP, servendo dati con latenze di millisecondi a cifre singole, pur mantenendo la consistenza transazionale e la disponibilità fino al 99,999%.

In pratica, Cloud Spanner è una soluzione RDBMS senza complicazioni tecniche per il vostro IT, come quelle legate alla progettazione e la gestione di clustering complessi. Completamente gestito e costruito per il Cloud, la protezione automatica di Cloud Spanner e la replica sincrona garantiscono un'elevata disponibilità delle vostre applicazioni, senza la necessità di progettare un'infrastruttura complessa di replica e failover.

Cloud Spanner fornisce funzionalità importanti del "database relazionale classico", incluse le transazioni ACID, gli schemi relazionali (e le modifiche dello schema senza interruzioni) e le query SQL (ANSI 2011), ma la replica globale di cui si avvale (automatica, sincrona ed a bassa latenza) assicura che i dati siano altamente disponibili e coerenti in ogni circostanza. 

Infine la sicurezza, garantita e gestita direttamente da Google, comprende la crittografia per impostazione predefinita, la gestione delle identità e di una ACL granulare, il logging completo e il monitoraggio di tutti i Sistemi hardware del network globale. Ulteriori informazioni sull'architettura completa della protezione e della disponibilità di Google Cloud Platform possono essere reperite seguendo questo link: https://cloud.google.com/security/security-design/

Nella speranza di avervi interessato a sufficienza per fare i vostri approfondimenti, vi ricordiamo che potete come sempre chiedere informazioni e consulenza su questi temi, direttamente via email, al nostro indirizzo  [email protected]

Daniele Mazzucchi

Daniele nasce a Roma il 4 maggio 1970, è il Direttore di Produzione; inizia giovanissimo a occuparsi di sistemi di rete e di telematica in generale; fonda Nexus nel 1992, uno dei primi provider internet italiani, e successivamente IstriaOnLine, il primo provider internet in Croazia. Attraverso la sua società, la Nexus, partecipa attivamente alla fondazione della naming authority italiana, che diverrà successivamente il registro italiano internet (ccTLD.it). Nel 1999 lascia le sue attività per dedicarsi come professionista indipendente alla web application, collaborando con molte grandi aziende come BPM, IMI San Paolo, Mercedes-Benz Finanziaria; diventa successivamente, nel 2000, Direttore di Produzione di EFM Engineering, dove progetta in particolare una delle prime piattaforme FAD italiane AICC based. Nel 2003 avvia un nuovo progetto imprenditoriale entrando in ICOA, dove sviluppa il settore internet seguendo in prima persona la web application e il marketing online. Guarda il profilo di Daniele su Linkedin.