Google Meet & Classroom – Nuovi Aggiornamenti

Scritto da -

Cari lettori,

Google si prepara per le aperture delle scuole a settembre.
Aggiornamenti importanti dunque in arrivo, sia per Meet che per Classroom.
Vista che l’apertura delle scuole prevederà tutte una serie di precauzioni e il supporto della didattica a distanza, Google ha pensato di migliorare ulteriormente le sue piattaforme dedicate a questo: Meet e Classroom.

Ad esempio per quanto riguarda la gestione delle presenze Google Meet è stata introdotta una funzionalità specifica, e sulla griglia di visualizzazione sarà possibile agli utenti vedere contemporaneamente 49 partecipanti. Con un plugin aggiuntivo grid View e possibile avere un vista fino a 250 volti contemporaneamente, ovvero il numero massimo di account che possono connettersi.
Altre novità sono previste per il mese di ottobre e si aggiungeranno alla piattaforma anche strumenti come lavagna virtuale e la possibilità da parte degli insegnanti di sfocare lo sfondo degli studenti, con il fine di garantire maggiore privacy per tutta la durata della videochiamata.
Classroom, piattaforma che nasce con lo scopo di garantire una buona formazione attraverso la didattica a distanza, e che nel periodo di lookdown ha raggiunto i 2 milioni di utenti al giorno, avrà in aggiunta un nuovo strumento specifico che permette di assegnare compiti e voti online. un nuovo elenco di cose da fare nelle pagine delle classi, ed infine ci sarà l'aggiunta del supporto di altre 10 lingue.

Di seguito riportiamo il "changelog" completo delle applicazioni:

Google Meet

Funzionalità in arrivo a settembre:

  • Griglia 7×7 che consentirà agli utenti di vedere 49 partecipanti contemporaneamente.
  • Jamboard, la lavagna virtuale sta arrivando in Meet in modo che gli studenti possano condividere le loro idee.

Funzionalità in arrivo a ottobre:

  • Possibilità di sfocare lo sfondo o sostituirlo durante le videochiamate.
  • Gli insegnanti potranno monitorare le presenze virtualmente.
  • Le stanze per i sottogruppi consentiranno agli insegnanti di dividere la classe in gruppi separati per affrontare discussioni simultanee.

Funzionalità in arrivo entro l'anno:

  • Rilevazione della mano alzata per identificare i partecipanti che potrebbero aver bisogno di aiuto.
  • Sezione domande e risposte e aggiunta di uno strumento per i sondaggi.
  • Possibilità di registrare una riunione e condividerla entro 30 giorni prima della scadenza.
  • Maggiori controlli per i moderatori durante le riunioni.

Classroom

  • Nuovo elenco di cose da fare nella pagina Classi, per aiutare gli studenti a controllare il programma delle lezioni e dei progetti.
  • Gli insegnanti potranno condividere link di invito con gli studenti, per partecipare alla lezione in maniera più semplice.
  • Supporto per altre 10 lingue, portando il numero totale a 54 (presente l'italiano).
  • Gli insegnanti saranno anche in grado di valutare l'interazione tra gli studenti con uno strumento di misurazione del coinvolgimento didattico.


Google ha inoltre annunciato l’arrivo di una nuova app, Assignments, applicazione pensata per le scuole che non usano Classroom, uno strumento per gli insegnanti per valutare l’apprendimento degli studenti, che consente anche di creare direttamente copie personalizzate dei compiti ed essere distribuite su Google Drive

Noi di ICOA siamo partner certificati di Google da anni e rivenditori diretti; con la nostra esperienza e professionalità siamo pronti a fornirvi tutto il supporto e le informazioni necessari per i prodotti G Suite e Google Cloud in generale. Vi invitiamo a scriverci come sempre al nostro indirizzo email [email protected] 

Elena Larisa Ciubotaru

Larisa nasce in Romania presso Dorohoi il 15 maggio 1995, ed al momento sta praticando una stage formativo per il Marketing in ICOA; inizia giovanissima a occuparsi di relazioni pubbliche in generale, soprattutto nel settore turistico-alberghiero; di recente ha partecipato al progetto dell'ICE per la promozione delle startup italiane nel mondo, gestendo le relazioni pubbliche per una startup innovativa direttamente in loco, presso Tokio in Giappone. Da questa esperienza, in partnership con ICOA, nasce la collaborazione attuale. Guarda il profilo di Elena Larisa Ciubataru su Linkedin.