Google Map Maker

Scritto da -

Arriva anche in Italia Google Map Maker.

E' un prodotto che aiuta ad implementare le informazioni contenute nelle mappe di Google, da parte degli utenti. Tutte le informazioni rimangono di proprietà di Google e gli utenti possono:

  • Aggiungere un luogo sulle mappe, come ad esempio un parco, una spiaggia, un bar o un locale;
  • Migliorare la mappatura di luoghi già esistenti, cambiandone forme e confini, come per parchi, laghi, palazzi e complessi urbani;
  • Tracciare nuove strade e sentieri, ferrovie, corsi d’acqua ed altri dettagli, come ad esempio individuare sulle mappe le piste ciclabili nelle città o indicare le migliori strade per percorsi ciclabili;
  • Individuare le modifiche effettuate dagli altri utenti, per valutarne la veridicità, la fedeltà, per commentarle o per migliorarle ulteriormente.

Come puo' essere utile ad una piccola media azienda?

Le aziende possono intervenire sulle mappe della zona. Sono infatti proprio i cambiamenti che gli utenti effettuano su Map Maker a determinare quanto un’azienda è elencata con precisione sui prodotti Google (ricerca, Maps, Google Plus Local) e sono quindi in grado di influenzare la visibilità dell’attività anche nei risultati di ricerca di Google Plus Local.

http://www.google.com/mapmaker?hl=it

Daniele Mazzucchi

Daniele nasce a Roma il 4 maggio 1970, è il Direttore di Produzione; inizia giovanissimo a occuparsi di sistemi di rete e di telematica in generale; fonda Nexus nel 1992, uno dei primi provider internet italiani, e successivamente IstriaOnLine, il primo provider internet in Croazia. Attraverso la sua società, la Nexus, partecipa attivamente alla fondazione della naming authority italiana, che diverrà successivamente il registro italiano internet (ccTLD.it). Nel 1999 lascia le sue attività per dedicarsi come professionista indipendente alla web application, collaborando con molte grandi aziende come BPM, IMI San Paolo, Mercedes-Benz Finanziaria; diventa successivamente, nel 2000, Direttore di Produzione di EFM Engineering, dove progetta in particolare una delle prime piattaforme FAD italiane AICC based. Nel 2003 avvia un nuovo progetto imprenditoriale entrando in ICOA, dove sviluppa il settore internet seguendo in prima persona la web application e il marketing online. Guarda il profilo di Daniele su Linkedin.