Linkedin Pulse. Un nuovo modo di fare blogging

Scritto da -

Avete mai sentito parlare di Linkedin Pulse? Se la vostra risposta è negativa non preoccupatevi, in Italia lo conoscono in pochi, probabilmente perché la versione sia in lettura che in scrittura è disponibile solamente per il pubblico statunitense.

Linkedin Pulse è un nuovo modo di fare blogging, una piazza virtuale su cui pubblicare post. Attraverso il profilo personale già ci era consentito scrivere contenuti a cui allegare immagini e link ad articoli, ma ora la rivoluzione è sostanziale. Grazie a questa nuova piattaforma, infatti, possiamo creare post direttamente sul social network. Mediante a un sistema di editing intuitivo e completo (permette sia le normali caratteristiche di formattazione sia l'inserimento di link, H1 e H2 e codice embed) chiunque può creare contenuti come se stesse scrivendo sul proprio blog personale.

Editor_linkedin_Pulse

Perché utilizzare Linkedin Pulse

Entrare a far parte di questo nuovo sistema di blogging è positivo sia per chi ricerca contenuti sia per chi li crea.

Per i primi Linkedin Pulse funziona come un aggregatore di notizie: una volta scelti i canali tematici che ci interessano e i profili più influenti che vogliamo seguire, il sito ci fornirà tutti gli articoli corrispondenti alle nostre impostazioni. Oltre alle nostre news, il canale ci dà anche la possibilità di consultare la sezione dei Top post e quella in cui esplorare tematiche e persone.

La schermata di Linkedin Pulse per scegliere i canali tematici

Per i blogger questo aggregatore è molto importante perché è una nuova piattaforma su cui pubblicare i propri contenuti, che, caratteristica fondamentale, vengono indicizzati sui motori di ricerca! Oltre all'indicizzazione, la piattaforma permette anche la condivisione sugli altri maggiori social network, gli apprezzamenti e le analytics per ogni singolo post.

Insomma, che tu voglia conoscere o farti conosce, Linkedin Pulse è la soluzione giusta, per di più è disponibile anche come App per tutti i dispositivi mobili.

Come anticipato in precedenza, la piattaforma per il momento è disponibile solo per gli utenti statunitensi, almeno per quanto riguarda la pubblicazione dei post, ma il problema è facilmente ovviabile semplicemente modificando la lingua del proprio account da italiano a inglese.

Giulia Barbato

Ho una doppia anima: digitale e analogica! Ho iniziato la mia carriera nell’ambito dell’editoria, occupandomi di comunicazione, ufficio stampa e redazione. La mia forte passione per il mondo del Web mi ha portata a cambiare settore e a specializzarmi sempre più nel campo del Web Marketing e delle PR online, senza mai però rinnegare il mio interesse verso il mondo “cartaceo”.