AdMob – Guadagna grazie alle tue app

Scritto da -

AdMob è la piattaforma pubblicitaria progettata da Google per le applicazioni mobile. Questo sistema consente ad esempio agli sviluppatori di App di offrire giochi per cellulari gratis, dal momento che possono ricavare reddito attraverso le entrate provenienti dalla pubblicità.

Google AdMob: Come funziona

Gli inserzionisti pagano Google per utilizzare AdMob come piattaforma utile alla promozione della loro applicazione e dei loro servizi, ottenendo la possibilità di immettere annunci pubblicitari specifici all'interno di altre applicazioni che aderiscano al network pubblicitario. E' una meccanica simile alla rete Google ADSense, per i siti web, anche se alcune caratteristiche restano specifiche del mezzo: le applicazioni che aderiscono al network generano entrate AdMob, come nell'esempio del videogioco gratuito per cellulari, offrendo ad altre applicazioni spazi pubblicitari all'interno del loro gioco mentre Google, da parte sua, trae i propri guadagni anche come commissione da questi.

In generale, Google AdMob ha notevolmente favorito la monetizzazione di applicazioni mobili, rendendo facile per gli inserzionisti promuoversi attraverso il mondo delle App.

AdMob ovviamente non è l'unica rete di pubblicità mobile; fra i concorrenti di AdMob bisogna ricordare ad esempio iAd di Apple; quando si tratta di pubblicità su smartphone, tradizionalmente si pensa in effetti ad AdMob per Android e iAd per iPhone. Tuttavia, AdMob può funzionare anche su iPhone.

In realtà, mentre la pubblicità su Android equivale spesso ad utilizzare AdMob, lo stesso non vale per la pubblicità su iPhone. Gli sviluppatori di annunci per cellulari creano spesso una combinazione di annunci iAd e AdMob quando sviluppano per iOS.

Perché questo è necessario? gli annunci iAd naturalmente fluiscono meglio con i prodotti Apple; ma dove il promo iAd non genera sufficienti conversioni, un annuncio AdMob abbinato può funzionare efficacemente. Anche gli inserzionisti iPhone a volte preferiscono AdMob, proprio perché storicamente il "Fill rate" (quanto spesso un annuncio appare effettivamente sulla singola App) per iAd è notevolmente inferiore. Il "tasso di riempimento" per iAd può partire dal 30% (il che significa che solo 1/3 dei tentativi di caricare un annuncio hanno successo), mentre il "tasso di riempimento" per AdMob è pari a circa l' 85%!

AdMob SDK: Sviluppo di annunci per cellulari

Google AdMob SDK permette agli sviluppatori di realizzare annunci per cellulari che incorporano testo e immagini ottimizzati per i cellulari, oltre ad applicazioni web chiamate "interstiziali", specifiche per la pubblicità mobile.

Queste applicazioni sono principalmente realizzate in HTML5, e sono quelle che spesso appaiono nei punti di "transizione" naturali della App, come ad esempio durante il caricamento di livello di un videogioco. Questi formati di annunci, supportati dall'SDK di Google, consentono una serie di meccaniche di reazione e feedback sull'utente, compreso l'accesso ad App Store, Android Market, iTunes, ecc.

Per richiedere informazioni su esigenze specifiche, preventivi di realizzazione ovvero semplici richieste di approfondimento degli argomenti trattati, potete come sempre scriverci direttamente via mail all'indirizzo [email protected]  

Daniele Mazzucchi

Daniele nasce a Roma il 4 maggio 1970, è il Direttore di Produzione; inizia giovanissimo a occuparsi di sistemi di rete e di telematica in generale; fonda Nexus nel 1992, uno dei primi provider internet italiani, e successivamente IstriaOnLine, il primo provider internet in Croazia. Attraverso la sua società, la Nexus, partecipa attivamente alla fondazione della naming authority italiana, che diverrà successivamente il registro italiano internet (ccTLD.it). Nel 1999 lascia le sue attività per dedicarsi come professionista indipendente alla web application, collaborando con molte grandi aziende come BPM, IMI San Paolo, Mercedes-Benz Finanziaria; diventa successivamente, nel 2000, Direttore di Produzione di EFM Engineering, dove progetta in particolare una delle prime piattaforme FAD italiane AICC based. Nel 2003 avvia un nuovo progetto imprenditoriale entrando in ICOA, dove sviluppa il settore internet seguendo in prima persona la web application e il marketing online. Guarda il profilo di Daniele su Linkedin.