Pasqua a Roma

Scritto da -

Un’altra nuova esperienza per me: Pasqua a Roma

Tutti i miei compagni di appartamento sono andati nelle loro città natali per visitare le loro famiglie. Ho avuto la fortuna di avere i miei genitori che sono venuti a trovarmi a Roma proprio per la Pasqua.

E’ stato il week-end più attivo, ho camminato tantissimo, come se avvessi fatto 2 maratone!

I miei genitori avevano quattro giorni per visitare i posti più belli. Naturalmente è stato impossibile perché Roma è grande e abbiamo girato solo a piedi. Alla fine del weekend ero esausta. Tra passeggiate, cibo, bibite fresche, il tutto sotto uno splendido sole che ha reso tutto meraviglioso!

Sabato ero un po’ triste perchè ha piovuto tutto il giorno e tutti le persone che arrivano dal nord a Roma hanno lo stesso pensiero: “Finalmente, il tempo sarà migliore che nel mio paese! Ma purtroppo non è stato così, perchè ha piovuto anche qui”.

Ma continuamo a sorridere perché dopo la pioggia viene il sole

La Domenica il tempo è stato bello e abbiamo deciso di andare in vaticano durante “ l’Angelus”  del Papa.

“Il papa”

WOW! Non avevo mai visto tanta gente di fronte al Vaticano. Ed era così difficile camminare con tutte quelle persone. Era bizarro! Dopo dieci minuti ho pensato: Ok, Ho visto il papa (solo la sua ombra perche c’era un grande palo che nascondeva la mia vista) e so come è stare qui con la Pasqua ma voglio andare via ora! Via dalla folla per trovare qualche spazio per respirare.

Tutto mi è sembrato ben organizzato, non era un caos totale ma era solo incredibile a vedersi!

Posso dire decisamente: è molto bello essere a Roma per Pasqua come uno straniero.

L’ambiente è bello e c’è molto da fare.